Catasto

Conformità urbanistica e catastale: le differenze

Conformità urbanistica e catastale: le differenze

Spesso conformità urbanista e catastale vengono confuse o scambiate tra loro. Scopriamo insieme in cosa si distinguono.

Conformità urbanistica e catastale a confronto

Confrontiamo la conformità urbanistica e catastale:

  • Conformità catastale: è la corrispondenza tra lo stato di fatto dell’unità immobiliare ed i relativi dati catastali e planimetrici.
  • Conformità urbanistica: è la corrispondenza tra lo stato di fatto dell’immobile e l’insieme dei titoli edilizi abilitativi rilasciati in tutta la storia costruttiva dell’edificio. Questo aspetto di regolarità è quello rilevante e deve essere verificato prima di ogni intervento edilizio e prima della cessione immobiliare.

L’importanza della conformità urbanistica e catastale

Ciò che quindi permette di verificare la presenza o meno di un abuso edilizio non è il Catasto, ma solo il titolo edilizio che è stato depositato nel Comune di riferimento.

Quanto è importante e in cosa differiscono la conformità urbanistica e catastale? Spesso un immobile può essere conforme dal punto di vista catastale ma non dal punto di vista urbanistico, oppure può capitare l’esatto contrario.

La dichiarazione di conformità catastale attesta che lo stato dei luoghi corrisponde alla planimetria presente in Catasto. La conformità catastale è proprio la corrispondenza tra lo stato di fatto dell’unità immobiliare e le informazioni tenute dal Catasto. Il Catasto non è probatorio, e quindi quello che è registrato non ha valore di prova in merito alla regolarità edilizia dell’immobile.

Quando l’immobile non è conforme

Questi sono i casi in cui le difformità impediscono il rilascio immediato del certificato di conformità urbanistica e catastale:

  • l’edificio è abusivo e non esiste alcun titolo edilizio. In questo caso l’immobile è stato realizzato senza nessun provvedimento amministrativo. Solo un nuovo condono edilizio o un Permesso di Costruire in Sanatoria possono sanare la situazione.
  • piccole modifiche interne, come spostamento di alcune stanze, demolizione di tramezzi, unione del soggiorno e della cucina.
  • modifiche esterne e aumento di volumetria, come chiusure del balcone con una veranda, apertura di una finestra o di una porta, cambio di destinazione d’uso, fusione o frazionamento di unità immobiliari.

Se hai bisogno di una visura catastale o ipotecaria online, puoi richiederla su visurasi.it. Ti forniremo i documenti che hai richiesto nel minor tempo possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.